RSS RSS Feed
Categoria↓
Idee e Opinioni
Materia↓
Amministrazione
Federalismo

Il procuratore Carmine Scarano interviene sul federalismo fiscale come sistema di governance della spesa pubblica

di Carmine Scarano  [*]
Procuratore regionale della Corte dei conti per il Veneto
    
Pubblicato nell'edizione n. 2 del 2011



Download PDF

Strumenti e opportunità per una più efficiente gestione della spesa pubblica
e ruolo della Corte dei Conti
 

 
 
Il federalismo fiscale mira a dare attuazione all’art 119 della Costituzione che sancisce l’autonomia finanziaria di entrata e di spesa per i comuni , le Province, le Città Metropolitane e le Regioni.
 
Con gli 8 decreti attuativi già in vigore il processo di attuazione del federalismo coinvolge tutte le istituzioni del paese ed impone, ai fini del corretto impiego delle risorse pubbliche, un principio di coerenza fra la gestione in senso federale dell’economia , gli obiettivi di finanza pubblica e i vincoli che discendono dall’appartenenza all’U.E.
 
La Corte quale organo indipendente e neutrale è parte integrante di questo processo federale.
 
Infatti la Costituzione attribuisce alla Corte dei conti compiti di controllo e referto, come funzione di ausilio al Parlamento, garantendone al tempo stesso l’indipendenza dal Governo.
 
La giurisprudenza della stessa Corte Costituzionale affida alla Corte un controllo dichiaratamente finalizzato ad assicurare in vista della tutela dell’unità economica della repubblica e del coordinamento della finanza pubblica la sana gestione finanziaria degli enti locali, nonché il rispetto da parte di questi ultimi del patto di stabilità interno e del vincolo in materia di indebitamento posto dall’ultimo comma dell’art. 119 Cost.
 
Parte rilevante ai fini della tutela della spesa pubblica e del corretto esercizio dell’azione amministrativa, riveste la giurisdizione di responsabilità che l’art. 103 della Cost. affida alla Corte dei conti.
 
Il decentramento che da tempo ha visto realizzata l’istituzione delle Sez Giur e delle Proc Reg.in ogni regione del territorio nazionale risponde in modo efficace e concreto alle istanze poste dal federalismo.
 
Chi è Carmine Scarano:
 
Nato nel 1946, Carmine Scarano è Procuratore regionale della Corte dei conti per il Veneto. Fa parte del Comitato scientifico del Diritto della Regione. Laureato in Giurisprudenza e in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria, è revisore contabile, Presidente di Sezione della Commissione Tributaria Regionale di Venezia e Giudice della Commissione Tributaria Centrale