RSS RSS Feed
Categoria↓
Saggi
Materia↓
Amministrazione
Enti Locali
Federalismo
Regione

La ‘questione metropolitana’. Il caso del Veneto nel contesto europeo e globale

di Patrizia Messina 
Professore associato di Scienza politica dell’Università di Padova
    
Pubblicato nell'edizione n. 3-4/2012 pubblicato il 06/06/2013



Download PDF

Abstract:

Nel contesto della globalizzazione e di un’economia della conoscenza, le città metropolitane costituiscono il motore per lo sviluppo. L’Unione europea, con la prossima programmazione 2014-2020, punterà molto sulle città per rilanciare lo sviluppo dell’Unione in un’ottica di sostenibilità e di sviluppo territoriale, destinando il 5% del Fesr a questo obiettivo. Tuttavia, le aree metropolitane in senso funzionale spesso non coincidono con le città metropolitane di diritto. In questa prospettiva, il saggio discute della ‘questione metropolitana’ nel contesto della riforma di riordino territoriale italiano (L.135/2012), con particolare riferimento al caso della Città metropolitana di Venezia. Questo costituisce un caso esemplare di non coincidenza della città metropolitana, definita a partire dalla provincia di Venezia, con l’area metropolitana policentrica (city region), che riguarda invece la regione del Veneto centrale, a partire dalle città di Padova, Treviso e Venezia (PaTreVe).
 
 
Sommario: 1. Tra locale e globale: le città come motore dello sviluppo – 2. Le funzioni metropolitane: le politiche europee per le città nella programmazione 2014-2020 – 3. Le città metropolitane in Italia: tra regolazione politica e regolamentazione amministrativa – 4. Città o area metropolitana? Il caso del Veneto policentrico – 5. Quale architettura istituzionale per il governo metropolitano? – Riferimenti bibliografici
 
Leggi il saggio La ‘questione metropolitana’. Il caso del Veneto nel contesto europeo e globale

 
 Chi è Patrizia Messina:
 
Professore associato di Scienza politica dell’Università di Padova, presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi internazionali, dove insegna Governo Locale e Politiche europee per lo sviluppo locale, Patrizia Messina è inoltre presidente del Corso di laurea magistrale di Studi europei e direttore del Master in Governo delle reti dello sviluppo locale. È delegata del Rettore ai rapporti con gli Enti territoriali di sviluppo. Patrizia Messina è anche coordinatrice di diversi progetti europei e nazionali presso il Centro di ricerca “Giorgio Lago” dell’Università di Padova, in partenariato con la Regione del Veneto.


[1] Una versione più ampia dell’articolo è in corso di pubblicazione nella rivista Economia e Società Regionale, n. 1/2013.


Commenti (0) | Scrivi